TOMMASO ROCCHI – DOVE OSANO LE AQUILE


History Player / 26 Giugno 2019

Tommaso Rocchi ha scritto pagine importanti nella storia del calcio italiano. In particolar modo l’attaccante nato a Venezia il 19 settembre 1977 si è messo in mostra con le maglie di Empoli e Lazio, diventandone uno dei migliori giocatori.
Dotato di rapidità e tecnica sin da subito mette in mostra un buon feeling col gol che lo porterà a collezionare 102 reti in Serie A.

La formazione calcistica di Tommaso Rocchi

L’attaccante veneziano si forma calcisticamente nella sua città natale, una volta arrivato alla categoria Giovanissimi rifiuta l’offerta del Palermo di Zamparini e decide di passare alla Juventus. Con la Primavera bianconera vince il campionato 1993/94 e sale in prima squadra nel 1995 senza, però, mai giocare una partita. La Juve lo manda in prestito in Serie C dove giocherà con Pro Patria, Saronno, Fermana e Como. Nelle sue 4 stagioni in C collezionerà 121 presenze e 36 gol.

-Le stagioni in B e il grande salto

Nel 2000 Rocchi viene acquistato dal Treviso in Serie B. Dopo una stagione e 8 gol si trasferisce all’Empoli rimanendo in Serie B. Con la squadra toscana disputerà tre stagioni e contribuirà alla promozione in Serie A che arriverà nel 2002. Con l’Empoli rimarrà fino al 2004 disputando una stagione in Serie B e due in Serie A per un totale di 104 presenze e 28 reti. Negli anni toscani si metterà in mostra per il suo feeling con il gol e per il suo sacrificarsi per la squadra. Storico il suo gol il diciotto gennaio duemilaquattro con cui l’Empoli trionfa a S.Siro. Una settimana più tardi Rocchi realizzerà una tripletta contro la Juventus per il 3-3 finale.

Tommaso Rocchi ai tempi dell'Empoli
Tommaso Rocchi ai tempi dell’Empoli

-Bandiera biancoceleste

Tommaso Rocchi viene acquistato dalla Lazio il 31 agosto 2004. La prima stagione in biancoceleste è complicata ma Rocchi riesce ad entrare nel cuore dei tifosi grazie al gol nel derby del 6 gennaio 2005. Col passare delle stagioni diventa un punto fermo della squadra romana formando con Goran Pandev una delle coppie d’attacco più forti nella storia del club. Nel campionato 2011/12 nella partita contro il Cagliari raggiunge quota cento gol con la maglia biancoceleste. Sommando tutte le competizioni saranno 105 le reti messe a segno da Rocchi in 293 presenze con la Lazio. Con i colori laziali riuscirà a vincere una Coppa Italia, una Supercoppa italiana nel 2009 e a guadagnarsi la chiamata della Nazionale nel 2006/07.

Rocchi capitano della Lazio
Rocchi con la fascia da capitano della Lazio

-Fine carriera

Quella con la Lazio è stata l’esperienza più importante sia professionalmente che emotivamente per la punta, è stato infatti uno dei migliori attaccanti visti in maglia biancoceleste. L’amore della tifoseria nei suoi confronti è condensato tutto in questa sua frase: “I tifosi della Lazio quando mi incontrano mi dicono ancora: “Buongiorno capitano””. La storia con le aquile termina nel gennaio 2013 quando Rocchi passa all’Inter. La parentesi con i neroazzurri si concluderà al termine della stagione con tre reti in 15 presenze. Nel novembre dello stesso anno si trasferisce al Padova con cui disputerà 20 presenze e metterà a segno 5 reti. Nel 2014 termina anche l’esperienza in Serie B e, prima di appendere gli scarpini al chiodo, decide di andare in Ungheria. Qui disputerà due stagioni tra Haladàs e Tatabànya senza particolari squilli e dirà addio al calcio giocato nell’agosto del 2016.

Terminata la carriera da calciatore comincia quella da allenatore. Dal 2016 allena le giovanili della Lazio passando dai Giovanissimi Provinciali fino a prendere in incarico l’under 15 dal 2019.

Per leggere altre storie calcistiche seguici su Facebook, Instagram e ovviamente su Fantarumors.
Se invece vuoi chattare con noi unisciti al nostro canale Telegram, ti aspettiamo!